I pagamenti in campo eCommerce: mobile e digital wallet

I digital wallet sono la nuova frontiera dei pagamenti: si tratta di portafogli virtuali che permettono di fare acquisti sia online che in negozio, in quest’ultimo caso utilizzando ad esempio il proprio smartphone o un altro dispositivo invece di una carta. Vediamo insieme come questo strumento sta rivoluzionando il settore degli eCommerce.

Secondo J.P. Morgan, Il 93,8% degli italiani possiede un conto bancario, dato in linea con quelli di Francia e Spagna. A differenza di questi due paesi, però, in Italia si registra un tasso minore di carte di credito (0,20 per capita), a vantaggio delle carte di debito (0,89 per capita); si riscontra anche una generica sfiducia nei confronti delle forme di pagamento elettroniche. 

Per quanto riguarda gli eCommerce, invece, gli utenti preferiscono utilizzare carte e digital wallet (ad es. Paypal). Quello dei pagamenti digitali è un tema caldo a livello globale, in virtù delle innovazioni degli ultimi anni e di un cambio di paradigma in favore di una società sempre più cashless.

Secondo Divante/Kantar il 37% degli utenti a livello globale utilizzano i mobile wallet per acquistare beni e servizi mensilmente, per quanto riguarda l’Italia, invece, la percentuale scende a 25%. Si tratta, però, di percentuali destinate a salire sensibilmente: i mobile wallet sono molto utili per rassicurare gli utenti sulla sicurezza dei propri dati e per offrire un metodo di pagamento rapido.

I player principali da osservare in questo campo sono sicuramente Google ed Apple, entrambe si sono dotate di mobile wallet proprietari (Google Pay/Apple Pay) che possono essere usati sia per il pagamento online che per il pagamento in negozio mediante lo smartphone (tramite NFC). L’utente, dunque, può utilizzare lo stesso metodo di pagamento per la maggior parte delle transazioni mobile senza doversi preoccupare di inserire i dati della carta da utilizzare: è sufficiente l’autenticazione mediante codice o attraverso i dati biometrici per finalizzare il pagamento. Le intenzioni di Apple e Google sono chiare: la creazione di un metodo di pagamento uniforme su tutto il sistema operativo è funzionale all’aumento della fedeltà all’ecosistema dell’azienda. Apple ha anche introdotto sul mercato USA una carta di credito collegata ad Apple Pay (Apple Card).

I competitor principali di Google ed Apple in questo settore sono aziende come Starbucks ed Amazon, che hanno lanciato dei wallet interni alle loro app, e Facebook, che sta cercando di trasformarsi da social network a “super app”. I modelli di riferimento, in questo caso, sono quelli asiatici: sia WeChat che AliBaba offrono un’ampia gamma di servizi, tra cui un mobile wallet integrato con gli acquisti in negozio: il cliente scannerizza un codice QR e inserisce l’importo da trasferire.

Per quanto riguarda lo sviluppo dei mobile payment in generale, in questa fase è opportuno monitorare lo sviluppo dei due wallet dei sistemi operativi più diffusi e iniziare a integrarli nelle app anche se risultano ancora poco diffusi in Italia (Apple Pay è integrato su 2318 siti, mentre Google Pay su 1963).

Per quanto riguarda il settore dei pagamenti digitali, vanno anche monitorati sviluppi delle criptovalute: si tratta di un settore ancora estremamente acerbo (2,9% degli utenti internet italiani le possiede), ma in futuro potrebbero rivestire un ruolo fondamentale.

Chi siamo

Network Vision è il tuo partner digitale. Curiamo la presenza online della tua attività a 360 gradi: dallo sviluppo del tuo sito sino alla comunicazione digitale.

Hai un progetto da sviluppare?